domenica 3 maggio 2020

Una gemma macchiata di sangue. Pornography dei Cure




Pornography dei The Cure, quarto album in studio, arriva nei negozi il 03 maggio 1982.
Il titolo che nasce da un accesa discussione tra i componenti del gruppo di cui ognuno di loro aveva un punto di vista differente sulla parola "pornografia", venne contestato anche dall'etichetta che mostrò le sue perplessità, ritenendolo non idoneo per un album ed offensivo per il pubblico.
Il disco venne preceduto dal singolo "Charlotte Sometimes"( che non andò inserito nell'album ) arrivò dall'instabilità emotiva di Robert Smith, che attraversava una fase di depressione, mentre il resto della band collassava dedita alle droghe e che per risparmiare denaro, dormiva nell'ufficio della loro etichetta discografica, questo non fermò la loro creatività e terminarono le registrazioni in solo tre settimane.
Il trittico del lato oscuro dei Cure era iniziato con "Seventeen Seconds" e proseguito con "Faith". terminava con questo disco, che  per  Robert Smith doveva essere il disco definitivo, sfinito dalle infinite tournée, pensava di avere due scelte o il suicidio oppure un album che rispecchiasse tutto il suo stato d'animo.
Le grida di angoscia, le creature oscure della paura, danze ipnotiche, disagio, che si rispecchia nella copertina sfocata e sanguinolenta, il trio, formato da Smith, Simon Gallup (basso e tastiere) e Laurence Tolhurst (batteria), mette insieme il proprio capolavoro, il perfetto album Dark, ispirati ed influenzati musicalmente, a detta di Robert, dal primo album degli Psychedelic Furs e  dall'amicizia con Siouxsie & the Banshees
Con il tempo, Pornography, diventa sempre più punto di riferimento per la scena dark/gothicIl gruppo sfoggiò per la prima volta il caratteristico trucco dai grandi capelli e il rossetto sbavato, dalla tournée che  intraprese in Europa, che tanto diventò di moda tra i fans del movimento. Il bassista Simon Gallup, tuttavia, si separò dopo che le tensioni che erano arrivate al culmine. 
Da quel momento, i Cure cambiarono radicalmente direzione, ma questa è una altra storia.

Nessun commento:

Posta un commento